NEWS‎ > ‎

Novità decreto Letta

pubblicato 27 ago 2013, 01:09 da Franco Marietta   [ aggiornato in data 27 ago 2013, 01:17 ]

Novità decreto Letta

Novità decreto Letta

La più recente novità è stata introdotta da Gianni Letta nel Consiglio dei Ministri del 31 maggio 2013:


  • RISTRUTTURAZIONI: Proroga di sei mesi per le ristrutturazioni edilizie con aliquota al 50% e importo massimo di spesa a 96 mila euro. Dal 1° gennaio 2014 si tornerà al regime ordinario: aliquota al 36% e importo massimo detraibile di 48.000 euro;

Ristrutturazione casa agevolazioni Iva

Per quanto riguarda invece le imposte indirette gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa, è possibile fruire dell'aliquota agevolata al 10 per cento. Tale aliquota può essere applicata sia alle prestazioni di lavoro che alla fornitura di materiali o beni ( parte i beni che vengono considerati significativi come individuati dal decreto 29 dicembre 1999 come ad esempio caldaie, citofoni, ascensori, infissi, sanitari, ecc.) Non è possibile applicare l'iva agevolata al 10 per cento ai materiali o beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori o ai materiali direttamente acquistati dal committente.

PER QUALI LAVORI SPETTANO LE DETRAZIONI

Interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi. Per "atti illeciti" si intendono quelli penalmente illeciti (per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti). In questi casi, la detrazione e applicabile unicamente alle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili. Non rientra nell'agevolazione, per esempio, il contratto stipulato con un istituto di vigilanza.

    A titolo esemplificativo, rientrano tra queste misure:

    • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici

    • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione

    • porte blindate o rinforzate

    • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini

    • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;

    • apposizione di saracinesche

    • tapparelle metalliche con bloccaggi

    • vetri antisfondamento

    • casseforti a muro

    • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati

    • apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline